Feud: il soggetto per la possibile terza stagione è già stato deciso

SEGUITECI SU FACEBOOK.

La prima stagione di “Feud” di Ryan Murphy – concentrata su Bette Davis e Joan Crawford – si deve ancora concludere (il finale è il 23 aprile) ma la squadra sta già pensando a due passi in avanti. La stagione 2, è stata annunciata, si concentrerà sul principe Carlo e la principessa Diana, e martedì sera i creatori hanno rivelato che un concetto per una possibile terza iterazione è già stato determinato.

Ryan Murphy

Sarò [coinvolto nelle stagioni future]“, ha dichiarato Tim Minear co-showrunner nella prima stagione. “Non per la stagione di Diana, ma forse una terza stagione“. E conosce l’argomento? “Oh sì, lo conosco… e non lo dirò”, ha detto.

Murphy sta cercando di trovare la sua Diana per la Stagione 2, e ha detto che attualmente sta partecipando a riunioni. “Saranno tutte nuove persone“, ha detto. “È una folla completamente nuova.

La prima stagione di “Feud” segue Davis e Crawford attraverso la creazione di “What Ever Happened to Baby Jane” e le sue conseguenze. Ma invece di finire con i drammatici Oscar del 1963 – finisce con Crawford che accetta il miglior trofeo d’attrice per conto di Anne Bancroft – Murphy ha detto che ha sempre pianificato di concludere lo spettacolo così come ha fatto. “Per l’ultimo episodio, ho sempre voluto fare un episodio degli anni ’70 su quello che è successo a entrambe le donne in quel decennio“, ha detto.

Dopo l’episodio proiettato martedì sera presso Alice Tully Hall al Lincoln Center di New York, Murphy, Lange, Minear, Catherine Zeta-Jones, Alfred Molina e EP Alexis Martin Woodall hanno risposto ad alcune domande. La Lange ha dato la sua lettura del finale, in cui Crawford tenta di mantenere viva la sua carriera in età avanzata firmando progetti mediocri e bassi budget.

Penso che sia tipico soprattutto di quello che succede a una carriera femminile in quel momento“, ha detto la Lange. “Sei ancora lì scavando e combattendo e pensando. Questo prossimo ruolo sta per riportare tutto indietro. Questo ruolo successivo sta per fare la differenza “.

La vera tristezza“, ha detto, “è che è un’illusione“.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Seriespedia e nel nostro gruppo Seriespedia- L’Enciclopedia delle Serie TV.

Facebook Comments