Cosa ci ha lasciato The Vampire Diaries?

SEGUITECI SU FACEBOOK.

The Vampire Diaries si è concluso, ci ha accompagnati per 8 stagioni, 8 lunghi anni, ma cosa ci ha lasciato?

Abbiamo visto crescere i personaggi, assistito a morti che risorgono (vedi Alaric), l’eterno ritorno di Katherine, Elena e la sua sconfinata indecisione e Matt che nonostante tutto rimane l’unico essere umano a Mystic Falls.

Otto anni in cui ad essere cambiati non sono stati solo i personaggi, ma gli interpreti stessi ed anche un po’ noi. Sono nate delle straordinarie amicizie (tra Nina, Kayla e Candice), una bellissima storia d’amore tra Nina ed Ian che si è risolta con un selfie tra i due e Nikki. Ian scrive: ” Wow saying good bye to 8 years… Wow. Thank you all!” The Vampire Diaries sicuramente rimarrà nella storia delle serie TV, chi si aspettava un successo del genere? Manca già, ma forse è in arrivo uno spin-off, staremo a vedere. 

Facebook Comments
"Al tempo di Beautiful dei signori di Puente Viejo e dei re che spadroneggiavano su una terra in tumulto, il genere umano invocava il soccorso delle serie tv per riconquistare la libertà. Finalmente arrivò Maria l'invincibile articolista e recensitrice forgiata dal fuoco di mille serie tv la lotta per il potere (Game Of Thrones) le sfrenate passioni (Sense8) gli intrighi (Pretty Little Liars) e i tradimenti (Game Of Thrones, Sense8, Pretty little liars ed ogni serie tv che si rispetti) furono affrontati con indomito coraggio da colei che sola poteva cambiare una malattia in passione"
About Maria Cribari 51 Articoli
"Al tempo di Beautiful dei signori di Puente Viejo e dei re che spadroneggiavano su una terra in tumulto, il genere umano invocava il soccorso delle serie tv per riconquistare la libertà. Finalmente arrivò Maria l'invincibile articolista e recensitrice forgiata dal fuoco di mille serie tv la lotta per il potere (Game Of Thrones) le sfrenate passioni (Sense8) gli intrighi (Pretty Little Liars) e i tradimenti (Game Of Thrones, Sense8, Pretty little liars ed ogni serie tv che si rispetti) furono affrontati con indomito coraggio da colei che sola poteva cambiare una malattia in passione"